Personal Branding dell’Imprenditore: 9 suggerimenti pratici

Dicembre 1, 2017


Il miglior personal branding dell’imprenditore qual è e come farlo?
Ho deciso di fare questo articolo proprio per dare una risposta a questa domanda, spiegandolo in 9 suggerimenti pratici.

Questa domanda scaturisce, probabilmente, la cosa più soggettiva che puoi immaginare. Quindi segui attentamente fino in fondo i vari suggerimenti.

Si perché in effetti, ogni imprenditore è un caso a se, nonostante molti hanno storie simili, condividono situazioni, fanno percorsi che hanno molte cose in comune, le peculiarità vanno a differenziare il proprio brand.

Ecco perché Branding Efficace utilizza strumenti che vengono “cuciti addosso su misura”.

Insomma… di seguito i 9 suggerimenti pratici per il personal branding dell’imprenditore

Ti è mai capitato di trovarti di fronte a imprenditori tuo pari, ma molto più “aggressivamente sicuri”?

 

Espressione particolare, ma cosa intendo esattamente? Provo a darti subito qualche esempio.

A primo impatto puoi trovarti imprenditori che sembrano arroganti, saccenti e presuntuosi; oppure pretenziosi e arrivisti; moltissimi egocentrici.

Senza fare nomi, prova ad assimilare uno di questi aggettivi ad un imprenditore del nostro Paese.

In breve tempo, avrai ben chiare delle immagini di uno, piuttosto che di un altro, ben noti.

Lo sono? Non lo sono?

Sicuramente hanno un’esperienza tale che gli permette di essere molto sicuri e rispettati nell’ambiente lavorativo.

Sicuramente hanno delle capacità e le hanno dimostrate nel loro percorso imprenditoriale. Il loro brand è stato costruito in modo minuzioso, tenendo sempre un filo conduttore, giocandoci con restyling che negli anni dovevano sempre portare i loro frutti.

Prova a farti queste domande:

Se tu ti trovassi di fronte a loro, ti sentiresti a tuo agio?

Sapresti reggere un confronto lavorativo-professionale, basato sulle tue competenze?

Il tuo brand, sarebbe riconoscibile ai loro occhi?

Ma se andiamo a vedere a fondo, qual è la caratteristica che li contraddistingue?

A me interessa più la mia coscienza che l’opinione degli altri. ▪ [ Cicerone ]

Questa frase è sicuramente un elemento fondamentale del pensiero di un imprenditore di successo.

Possiamo dirci quello che vogliamo, il tuo obiettivo lo devi raggiungere, i tuoi risultati li devi ottenere e devi sapere come fare.

In questo articolo, non parleremo di come fare l’imprenditore…

Ma di 9 suggerimenti pratici per migliorare il personal branding dell’imprenditore

Personal Branding dell'imprenditore - BrandingEfficace

 

Ti sei mai trovato nella situazione sopra descritta? Di fronte a tuoi colleghi imprenditori?

Sicuramente sono situazioni dove vorresti essere tu dalla loro parte, avere un brand forte che ti permette di essere rispettato, considerato come capace nel tuo settore, abile nella tua impresa.

Ma non sono proprio loro il problema principale, anzi, quello al massimo sarebbe la famosa “ciliegina sulla torta”, l’obiettivo principale è far riconoscere il tuo brand ai tuoi clienti e al tuo staff.

Come facciamo?

Ecco qui di seguito i 9 suggerimenti pratici per ottimizzare il tuo personal branding

Li dividerò in tre step, tre parti che potranno aiutarti ad impostare una strategia

Prima parte per il personal branding dell’imprenditore

Primo suggerimento – Rileggiti attentamente il mio articolo sul personal branding, questo ti darà immediatamente le basi per impostare tutto. E solo con questo avresti già metà del lavoro fatto.

Ti sembrerà un suggerimento molto breve, ma fidati che se leggi la prima parte hai già molti strumenti sui quali lavorare.

Se hai già letto l’articolo, prosegui con gli altri suggerimenti.

Secondo suggerimento – Approfondendo quello scritto nell’articolo, questo suggerimento è basato su alcuni aspetti della parte comunicativa. La comunicazione va fatta in modo attivo, ma anche passivo (ovvero ascoltare).

Concentriamo su due elementi in particolare: come comunichi con gli altri; che strumenti usi per farlo.

Comunicare con gli altri, significa interagire con altre persone, sia dal vivo che on-line. Scrivere nel modo corretto, con pensieri brevi e diretti, porta sempre risultati.

Quando invece lo fai dal vivo, interagisci con semplicità e dando indicazioni, commenti e condividendo pensieri e opinioni.

Cerca di avere un rapporto sempre chiaro onde evitare equivoci, ma soprattutto perchè saprai dare indicazioni corrette, risultando efficace e professionale.

Saper ascoltare è fondamentale, sia quando ti parlano direttamente, sia quando arrivano messaggi indiretti.

Ascoltare significa ricevere il messaggio e cercare di capirlo, NON di tirare conclusioni affrettate. Analizza e approfondisci.

Terzo suggerimento – Avere uno stile personale (leggi questo articolo). Se hai notato, tutti quegli esempi che ho riportato, hanno uno stile similare, tendenzialmente si avvicinano sotto certi aspetti sia lavorativi che d’immagine.

Questo vuol dire che se tu vuoi prendere esempio da questi, non è del tutto sbagliato, l’importante è che lo personalizzi con quello che sei tu. Facendo passare nel modo più semplice, il messaggio della identità professionale.

Come poi hanno fatto loro, distinguendosi l’uno dall’altro con determinate caratteristiche. Vestibilità è una parola d’ordine, il ben vestire significa che sei coerente con la tua immagine e cosa rappresenti. anche questa è comunicazione. Di seguito suggerimenti per: Presentarsi al meglio (leggi articolo)

Prima parte della tua strategia

Questo primo step è caratterizzato tutto dall’impostazione comunicativa, che sia verbale o non verbale. Ha tre semplici suggerimenti che ti aiuteranno ad impostare questa parte per poi svilupparla successivamente con altri.

Comunicazione e Personal Branding dell'imprenditore - BrandingEfficace

Seconda parte dei suggerimenti per un personal branding dell’imprenditore

Ma quanto vali?

Quarto suggerimento – Crea il tuo valore. Anche se molti già ti conoscono, non hanno la percezione chiara di ciò che sei, ma soprattutto di ciò che sai fare. Qui entra in gioco la tua abilità nel comunicare questo. Fai vedere le capacità, valorizza i tuoi punti di forza e gestisci quelli di debolezza.

Quinto suggerimentoL’organizzazione efficace. Fa parte di un brand vincente e che viene riconosciuto anche esternamente. Avere un’organizzazione fatta bene, ottimizzi il tempo, riesci a produrre di più e hai un impatto determinante sul tuo lavoro. Questo si rispecchia nella comunicazione esterna e ti presenta positivamente verso chi ti circonda.

Sesto suggerimento – Non importa se e cosa pensano di te, la cosa importante è che tu stendi una strategia efficace che porti dei risultati. Questi parleranno per te. NON puoi piacere a tutti, lo ripeto spesso ed è proprio una “regola” del marketing, della comunicazione, del personal branding. L’obiettivo è entrare nella testa delle persone, nel modo migliore possibile.

E anche il secondo step è andato! Come puoi ben vedere è incentrato molto sul valore che dai e su quello che crei. Questo step è considerato come la spina dorsale per il personal branding dell’imprenditore.

Personal Branding dell'imprenditore - BrandingEfficace

 

Terza e ultima parte dei suggerimenti per un personal branding dell’imprenditore

Chi conduce il gioco?

Settimo suggerimento – Per quale motivo fai tutto questo? se non trovi una leva “importantissima” per te, non troverai mai gli strumenti necessari per andare avanti. Oppure non ne troverai proprio. Questa la chiamano motivazione, ma è basata sulla tua mission. Sui tuoi valori e sui tuoi sogni di imprenditore. Il personal branding dell’imprenditore è basato anche sulla sua mente.

Ottavo suggerimento – Se non hai un metodo, se non sei capace di organizzarti, sappi che non riesci a raggiungere risultati. Tanti sforzi persi, vanifichi le tue intenzioni, perdi tempo e, probabilmente, se raggiungi uno scopo, lo farai in tempi molto più lunghi dei normali. Devi ottimizzare. E’ quasi un imperativo, ma questo comporta anche il tuo apparire nei confronti di chi ti circonda.

Nono suggerimento – Leadership (leggi il mio articolo). Parola “stra-usata”, ma che necessita sempre di chiarimenti. In questo caso anche specifici. Essere leader non significa fare il capo.

Sei un imprenditore, ma hai la responsabilità di guidare la tua azienda e lo devi fare per primo. Mettiti in gioco, sia sulle opinioni, sui giudizi, ma anche sul lavoro da svolgere. Fai in modo che tu sia il primo a fare le cose e non tirarti indietro se è necessario farle.

Riconosci i tuoi dipendenti (questo può aiutarti) o organizza e gestisci al meglio il tuo network (articolo per la rete vendita)

Terzo ed ultimo step, dove ci siamo concentrati su di  te e la tua mission. Le strategie che metterai in atto per arrivare in modo positivo a quante più persone possibili. La leadership che comunichi e che hai.

Collaborazioni e Personal Branding dell'imprenditore - BrandingEfficace

Suggerimento in più…

L’imprenditore solitamente non è propenso a dedicarsi alla gestione della vitalità e vivibilità. Concentrarsi su questi due elementi potrebbe fare la differenza su molte cose. Elabora una strategia per migliorare questi due punti e noterai subito delle differenze sui risultati (ecco alcuni spunti).

Sei un imprenditore di grandi aziende? Sei un piccolo/medio imprenditore?

Non c’è differenza, infatti c’è tanto da fare per costruire un marchio che abbia le caratteristiche di leader, che possa migliorarsi ogni anno, che entri nella mente del suo target.

Chiudo con delle semplicissime statistiche:

In Italia il Personal Branding è ancora poco conosciuto ed utilizzato dagli imprenditori, meno del 10% lo utilizza (e una parte di questo non lo fa come dovrebbe, infatti quasi tutti sono nell’ambito dello “stile”).

Ma all’estero, soprattutto in paesi anglosassoni, la percentuale sale notevolmente, infatti i risultati sono molto diversi.

Negli ultimi anni tutti gli imprenditori che stanno crescendo lavorano con l’estero, quindi risulta fondamentale aumentare la percentuale del fatturato e presentarsi con il “brand” migliore che si possa avere.

I migliori imprenditori di oggi hanno degli strumenti unici e differenzianti. Soprattutto si distinguono ottenendo risultati.

Tu come fai?

Hai strumenti per realizzare il tuo brand? Per differenziarti?

 

“Il leader c’è quando c’è bisogno di lui, non quando gli conviene.”
(Anonimo)

 

Non esitare a contattarmi per una consulenza, non rimanere nella massa ma differenziati

Se ti è piaciuto, condividilo….grazie

 

Check your Brand – Lead your Brand

p.s. Per un imprenditore è importantissimo il Personal Branding, ma lo sono altrettanto le strategie per il suo lavoro. In un futuro potrai anche tu decidere di smettere tutto questo, ecco perché ci sono i: passaggi generazionali

 

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Vuoi portare il tuo Personal Branding al livello successivo

Entra con me in questo fantastico mondo...